Il progetto ECONYL®

01

Un sistema industriale unico

Il più efficiente sistema industriale al mondo, interamente progettato e realizzato dal Gruppo Aquafil, per la produzione di nylon 6 ECONYL® da materie prime 100% regenerate a partire da:
• rifiuti post-consumo, cioè prodotti finiti composti in tutto o in parte da poliammide 6 e giunti a fine vita, quali, fra gli altri: reti da pesca, fluff (parte superiore di tappeti e moquette) e tessuti rigidi.
• rifiuti pre-consumo, generati dal ciclo produttivo del nylon 6.

Infinito

Innovativo

Sostenibile

Una nuova supply chain

L’ECONYL® Regeneration System è:

  • Infinito, perché permette di rigenerare infinite volte la poliammide 6 contenuta nei rifiuti, producendo così nuovi polimeri con caratteristiche tecniche e qualitative immutate rispetto al prodotto di origine fossile;
  • Innovativo, poiché si tratta di un sistema unico al mondo in termini di efficienza e produttività;
  • Sostenibile, perché consente di recuperare rifiuti che altrimenti finirebbero in discarica o negli oceani (reti da pesca) causando danni molto seri all’intero ecosistema. Inoltre, permette un reale e consistente risparmio di risorse fossili naturali – circa 7 barili di petrolio ogni tonnellata di polimero ECONYL® prodotto – grazie al mancato utilizzo di caprolattame vergine nel processo produttivo

Il percorso di un prodotto 100% rigenerato

1998

RECUPERO DEI PROPRI CASCAMI DI PRODUZIONE
Nasce l’idea di UN PRODOTTO RICICLATO Dai cascami per la realizzazione di tecnopolimeri

2007

Inizia la produzione di Econyl70

2011

Viene inaugurato l'impianto di Lubiana. Inizia la produzione di nylon 100% rigenerato

2013

Aumentano gli sforzi per incrementare la percentuale di rifiuti post-consumo

Una rete internazionale per la raccolta di rifiuti

Per rendere sempre più efficiente il processo ECONYL®, Aquafil ha già attivato, e continua a sviluppare, una rete strutturata per la raccolta dei rifiuti a livello internazionale, basata sulla partnership con istituzioni, enti, consorzi pubblici e privati, e clienti.

Il sistema consente ad Aquafil di raccogliere grandi quantità di materiale da diversi paesi del mondo tra cui Stati Uniti, Egitto, Pakistan, Tailandia, , Norvegia e Turchia.

Particolarmente importante è la collaborazione con Carpet America Recovery Effort (CARE), consorzio statunitense che dal 2002 ha recuperato 200 mila tonnellate di moquette usate.

Recupero di reti da pesca abbandonate per ripulire i nostri mari.

La creazione di una rete internazionale per recuperare le reti da pesca abbandonate nei mari è particolarmente importante per il Gruppo Aquafil.

Secondo un rapporto stilato dalla FAO e dall’UNEP (United Nations Environment Programme), questo fenomeno è sempre più diffuso e oggi le reti da pesca rappresentano il 10% dei rifiuti marini.
Per far fronte a questo problema, Aquafil insieme ad una ONG e ad un’azienda che produce calzini, ha fondato l’iniziativa “Healthy Seas, a journey from waste to wear” che ha l’obiettivo di recuperare le reti abbandonate per trasformarle in filo ECONYL®rigenerato che verrà utilizzato per produrre nuovi prodotti per l’industria tessile.

Inoltre, Aquafil insieme alla Zoological Society di Londra è partner di un’altra importante iniziativa chiamata “Net-Works™” che raccoglie le reti abbandonate nelle Filippine con la collaborazione delle comunità locali.

Nel 2014, durante il “Clinton Global Initiative Annual Meeting”, è stato annunciato che presto l’iniziativa verrà intrapresa anche in Camerun.

02

Confronto ciclo di vita